Teatro Franco Parenti
presenta



L'UOMO DELLA MIA VITA
di Edoardo Erba


con
MARIA AMELIA MONTI
GIGIO ALBERTI
SUSANNA MORI


regia di
Edoardo Erba

scene e costumi Giovanni Albanese
musiche Cesare Perotti
luci Marcello Iazzetti


Una ragazzina ci racconta dal futuro la notte in cui è stata concepita. Marina e Benni, i suoi genitori, si sono appena conosciuti e decidono di passare la notte insieme all'aperto, sotto una tenda. Lei è una ragazza per bene, logorroica invadente, viziata, new age. Lui è un proletario introverso, ignorante, permaloso, tradizionalista. Appartengono a due mondi diversi, con ideologie contrapposte. Si vede a occhio nudo che fra i due difficilmente potrà esserci una storia definitiva. La nottata, infatti, diventa un litigioso susseguirsi di divertenti colpi di scena. Finché Marina tira fuori una pistola. Potrebbe essere un giallo. Però, dal futuro la bambina ci assicura che è andato tutto bene. E che anzi di figli, quell'improbabile coppia, ne ha avuti altri tre. Spregiudicata e graffiante, la commedia di Erba ritorna sul tema del difficile rapporto di coppia, con un ritratto cinico e tenerissimo e con al centro due personaggi di impressionante verità.