Arte Brachetti srl
in associazione con Sholab s.r.l.
presenta

GRAN VARIETA' BRACHETTI
ideazione, regia, scene e costumi
di Arturo Brachetti

con
ARTURO BRACHETTI

e con
OTTO WESSELY & CHRISTA
ANN STEPHANIE'S HOT TOES
ANDRZEJ PIECHOTA & TOMAZ WLENZIEN
VIOLA FERRARIS
JOHAN BICHOT


e con
VALENTINA VIRANDO
KEVIN MOORE
GABRIELE GIULIANI
ANNA MARIA MARTINS
CARLOTTA CANNATA
ERICA FERRERO
CRISTINA FRATERNALE
VINCENZO LIMA
ELENA MONGUZZI
ANNA PERILLO
NATALIE WALSTEAD
FRANCESCA ZACCHERINI

GRAN VARIETA' BRACHETTI IL NUOVO SPETTACOLO DEBUTTO IN PRIMA ASSOLUTA MONDIALE 7 OTTOBRE TEATRO ALFIERI TORINO
Arturo Brachetti non è più solo su quel palcoscenico che siamo abituati a vedere come un suo esclusivo dominio. I "mille volti" dal 7 ottobre si sovrapporranno a quelli di una cleptomane senza mani, di un giocoliere del nulla, di una trapezista di sogni, delle pompiere di Viggiù, della donna pizza….e di tanti altri strampalatissimi personaggi incluso un balletto di 8 boys & girls per un totale di 15 gambe ( una è di legno ). Incredibile ma vero, Arturo Brachetti ha messo su una compagnia, e pensate di che razza di compagnia possa trattarsi quando il capocomico è uno dei più acclarati geni dell'immaginazione del mondo, l'istrione per eccellenza. Una fauna umana unica, di attrazioni internazionali, personaggi comici, fantasisti, balletti, ma anche naturalmente trasformazioni, illusioni e sorprese: tutti insieme, tutti suoi amici - ventuno - con i quali ha condiviso il palco a Berlino, Parigi, Londra o in qualche show televisivo di chissà dove, per dare vita ad uno show che si nutre di commedia, musical, circo, varietà. Un cast internazionale (con corpo di ballo e acrobati a maggioranza italiana ) per un grande omaggio alla tradizione del Music Hall e al Teatro di Varietà inteso come quel luogo del divertimento e della fantasia dove la meraviglia del pubblico è la gioia di entrare per due ore in un paradiso di cartapesta e vivere della generosità, talento e vitalità di persone incredibili che lavorano anni per offrire anche solo pochi minuti della loro arte attraverso esibizioni uniche. Arturo Brachetti, che di questo Gran Varietà è ideatore e regista, proporrà parecchi numeri nuovi, alcuni dei quali completamenti inediti, ed alcuni re-inventati per l'occasione partendo da racconti o testimonianze sul mondo del Varietà. Sarà Arthur Braguette e la sua bottega delle Meraviglie, sarà Horatio l'uomo-elefante e sarà Butterflash, ovvero tutta la Madama Butterfly in 5 minuti, e qui già possiamo immaginare come ci stupirà ancora con il suo trasformismo. Ma sarà soprattutto la scintilla narrativa da cui tutto inizia: nella storia è il proprietario di un teatro abbandonato che porta questi strani "turisti" a visitare il suo meraviglioso ma dimenticato teatro. Il luogo non è così morto come sembra perchè l'immancabile fantasma del palcoscenico blocca le uscite e i turisti, per poter guadagnare la libertà, dovranno inventarsi uno spettacolo. Qualcuno ci riuscirà, qualcuno no... Dopo il debutto torinese, GRAN VARIETA' BRACHETTI sarà il 21 ottobre a Firenze al Teatro Verdi; il 28 a Roma al Teatro Sistina; il 18 novembre a Napoli al Teatro Augusteo; il 3 dicembre a Messina al Teatro Vittorio Emanuele; l'11 a Palermo al Teatro Al Massimo; il 27 dicembre a Trieste al Teatro Rossetti; il 6 gennaio 2009 a Bologna al Teatro Europauditorium .

LA STORIA
Un gruppo di turisti internazionali viene accompagnato da Arturo, il capo-gita, in un vecchio teatro di Varietà che il giorno dopo deve essere demolito per diventare un centro commerciale. Dopo pochi instanti, una voce misteriosa esce dai muri terrorizzando il gruppetto. Le uscite di sicurezza si sprangano sotto la spinta di mani invisibili così i malcapitati vengono presi in ostaggio da un ipotetico "fantasma del teatro". Per riguadagnarsi la libertà dovranno esibirsi per lui, mettendo in scena uno spettacolo di Varietà. Dopo qualche momento di incredulità e tentennamento iniziale, la bizzarra compagnia comincia ad entusiasmarsi e, trovando oggetti abbandonati, vecchi costumi e attrezzeria, inizia a improvvisare lo show. I turisti, persone fino a quel momento grigie, normali annoiate, cominciano a osare, a giocare, immaginandosi artisti provetti: le inglesi ciccione ballano il tip-tap, il tedesco Otto diventa un esilarante mago , una signora anziana si vede come una giovane trapezista che si dondola nel vuoto, la coppia di carabinieri sorprende tutti con un numero di forza umana. Su questo palcoscenico le fantasie, anche le più infantili, diventano realtà magiche, comiche, poetiche: l'uomo-elefante si libra in un cielo di stelle mentre una delle maggiorate inglesi che sogna di volare, sparisce a mezz'aria e, un infernale Can-Can si estingue immediatamente per diventare il mare. La "realtà vera" si mescola con la "realtà evocata" e non si riesce più a distinguere una dall'altra. L'unica persona del gruppo a non lasciarsi prendere dal gioco, a non lasciarsi andare è invece la signorina Vera, noiosamente razionale. Poco a poco l'entusiasmo contagia tutti e anche Vera scopre, suo malgrado, che la realtà sognata è molto più serena ed emozionante. Anche Arturo, sempre in scena, all'inizio un pò impacciato, si cimenta in trasformazioni con i normali vestiti che ha indosso, ma nel seguito si scatena in numeri di fulminante trasformismo. Al termine della storia si scoprirà se il misterioso fantasma è un ciarlatano, un mitomane esperto in effetti speciali o... qualche insospettabile individuo. Il gruppo, a malincuore, deve lasciare il teatro, triste del fatto che il gioco è durato poco. Ma il palcoscenico, in un ultimo guizzo di vita, sprofonderà su sè stesso trasformandosi nel Paradiso del Music-Hall. Ed è con questa apoteosi di kitch e di effimero splendore che si chiude per sempre il sipario del Teatro del Gran Varietà finendo lo show. In questo nuovo spettacolo si fondono l'estro e la fantasia immaginifica di Arturo con le antiche tradizioni del Varietà e del Music-Hall. L'istrione Brachetti, questa volta, presenta insieme a lui una fauna umana unica, fatta di attrazioni internazionali, comici, fantasisti, atleti, ballerine e ballerini eccentrici, per offrirci nuove illusioni, sorprese ed emozioni. Morale della favola? ... meglio un Paradiso di cartapesta che un Inferno vero!

FENOMENI E ATTRAZIONI
ARTHUR BRAGUETTE La bottega delle meraviglie
OTTO WESSELY Il Gran Mago del Kaiser
THE SUGAR PUFFS SISTERS 300 Kg di pura dinamite
HORATIO L'uomo elefante
VERA TAROCCO Cleptomane senza mani
LUFT ETHEREA La cicciona volante
BUTTERFLASH L'Opera in 5 minuti
JOHAN L'uomopardo
MARGHERITA La donna pizza
DUO VIGOR La forza della Real Arma
BERNARD HALLER Giocoliere del nulla
ZIZI PON PON Danzatrice del vent…aglio
THE WARRIOR Acrobreak dancer
VIOLA D'AMOUR Trapezista di sogni
LORD HUME e MISS THERO Strip Tease Lento
HERR GENERAL ZEITUNG Manipolatore di misfatti
LE POMPIERE DI VIGGIÙ Can can infernale
8 POUBELLE GIRLS 15 gambe 15 (… una è di legno!?)