Benvenuti s.r.l.
presenta

CAPODIAVOLO
scritto, diretto, interpretato e cantato da

ALESSANDRO BENVENUTI

e con
ANTONIO SUPERPIPPO GABELLINI
chitarre
ARLO BIGAZZI

basso elettrico acustico
SERGIO ODORI
batteria, cajon, darbuka, glockenspiele, marimba, crepitacoli
VITTORIO CATALANO
ciaramella, sax soprano, flauto traverso, friscaletti, marranzano

Non un normale concerto, ma il racconto di vita di un artista in tournée che attraverso le parti recitate, ora in forma di monologo, ora attraverso il dialogo con i suoi amici musicisti, confessa al pubblico la natura del pedaggio che si paga alla vita per poter essere quello che il caso lo hadestinato ad essere. Le canzoni rappresentano un viaggio nel tempo. La prima la scrissi ventenne, l'ultima penso di scriverla domani, al massimo dopodomani, devo solo trovare il tempo. Le liriche raccontano la mutazione dei panorami mentali e fisici che ci circondano. Ma anche la parte sconosciuta di me comico. Le nozze fra poesia ed ironia. Non fanno la morale, raccontano il furore, l'estasi del bello, la speranza; e c'è anche tanta voglia di far coraggio alle mie figlie che in qualche modo dovranno anche loro crescere. Ci credo molto. Son cose sincere. Pensate per le orecchie della gente. Lontane dall'industria discografica. Non devo venderle, anche se un po', sotto sotto, ci spero, ma a modo mio. Per questo mi piacciono. I monologhi e i dialoghi che rappresentano le parti comiche sono il meglio di tanti anni di esperimenti nei linguaggi comici. Materiali inediti giacché tutti gli scritti appatengono al mio diario personale o sono lavori che attualmente ho in cantiere. Sono quindi inediti comici d'autore. Naturalmente il filo rosso che li unisce è, come recita il titolo, l'inquietudine, che sembra diventata per tutti l'unica condizione nella quale si è costretti, qualunque sia il nostro segno zodiacale, a vivere.
Alessandro Benvenuti