La Voce Repubblicana, 9 Aprile 1994
"Insomma uno spettacolo da non perdere che assomma alla bontà del testo una pregevole regia"
Fernando Bevilacqua

L'Informatore, 26 Aprile 1994
"Le ragioni del successo poi sono presto dette: una bella scrittura che al gusto della gag abbina un perfetto dosaggio tonale"
Katia Ippaso

Il Messaggero, 2 Aprile 1994
"Se il teatro fosse fatto sempre così, allora non ci sarebbero giustificazioni per disertare le sale di prosa".
Marcantonio Lucidi

La Repubblica, 6 Aprile 1994
"La gente comincia a passarsi la voce e a fare la fila e godersi lo spettacolo, con cinque interpreti molto ma molto ben indovinati"
Rodolfo Di Giammarco

La Nazione, 13 Gennaio 1995
"Pièce simpatica e piacevole messa in scena con garbo e leggerezza"
Maria Chiara Freato

Il Resto del Carlino, 6 Febbraio 1995
"Fanno ridere quegli uomini in crisi"
Fabio Rinaudo

Il Giornale, 3 Aprile 1994
"Una girandola di situazioni comiche, dialoghi brillanti e intelligenti"
Mariangela Castrovillari

L'Unità, 14 Aprile 1994
"Non c'è dubbio che sia un successo"
Stefania Chinzari

Il Messaggero, Mercoledì 5 Febbraio 2003
"Uomini sull'orlo di una crisi di nervi" per colpa di Ramona.
Ramona Badescu concede il bis. Dopo il successo della scorsa stagione teatrale con Marameo al Bagaglino, ora è Yvonne in Uomini sull'orlo di una crisi di nervi di Galli & Capone, che ha ieri debuttato al teatro Manzoni. Con lei nella commedia, giunta ormai alla quinta edizione, ci sono quattro interpreti d'eccezione: Roberto D'Alessandro, Gianni Garofalo, Nicola Pistoia e Mario Scaletta, diretti da Alessandro Capone. Quatto amici si vedono ogni lunedì sera, da dodici anni, per giocare a poker. Una sera uno di loro arriva dopo aver litigato con la moglie. E' nervoso, fuori di sé, al punto che è impossibile giocare. I quattro amici iniziano a discutere, sempre più animatamente e decidono che per quella volta è meglio lasciar perdere il poker. La serata è rovinata. Ad un tratto, però, uno di loro ha un'idea brillante: perché non fare una cosa diversa, mai fatta prima, cercare una "signorina" che venga ad allietare la loro serata? Dopo altre discussioni e ricerche, esilaranti, finalmente suona il campanello e si presenta lei. Una ragazza bellissima, al di là di ogni immaginazione, simpatica, spiritosa, ironica. Insomma, sembra davvero un'apparizione e i quattro amici perdono la testa, ognuno a modo suo. La ragazza tiene testa a tutti e quattro e alla fine si rivelerà essere... Qualcosa di assolutamente diverso da ciò che tutti avevano pensato. In scena fino al 2 marzo.