Compagnia Gli Ipocriti
diretta da Pasquale Scialò e Melina Balsamo
presenta


ARDENTE PACIENCIA
di Antonio Skàrmeta
tratto dal romanzo "Il postino di Neruda" di Pablo Neruda

con
ANTONIO CASAGRANDE
CLORIS BROSCA


regia
Memè Perlini

scene e costumi Bruno Buonincontri
musiche Pasquale Scialò


......Io venni in contatto con la sua lirica per motivi puramente erotici. Quando avevo 14 anni ero solito innamorarmi disperatamente ogni due giorni, ma non trovavo le parole per sedurre le ragazze; mi capitò tra le mani allora, un libro ai Neruda "20 poesie d'amore e un canto di disperazione" attinsi dei versi e li sussurravo, come fossero i miei, alle orecchie delle ragazze….Sono grato a Neruda per avermi fatto perdere precocemente la mia innocenza, un uomo ed un'opera poetica che mi hanno sempre affascinato. Da sempre volevo scrivere su Neruda, già dal 1969, quando andai a fargli visita a Isla Negra. Doveva essere un'opera in cui giocasse un ruolo importante non il Neruda famoso, ma l'uomo privato, pieno di delicatezze, umorismo e gradevole ironia, così come l'avevo conosciuto nella sua casa al mare. Oggi, lontano dalla nostra Patria comune, temo di esprimere quella trinità di Popolo, Lirica e Amore che hanno alimentato le Sue opere e la Sua vita. Ardente paciencia è una versione di un tema inesauribile.
Antonio Skàrmeta 1982