La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo
presenta


LA PALLA AL PIEDE

di Georges Feydeau

con
LUCA DE FILIPPO


regia
Armando Pugliese


Un geniale creatore di "bombe ad orologeria", di congegni assolutamente perfetti, ideati per l'effetto comico, in cui niente è lasciato al caso; questo è alla prima lettura Georges Feydeau. La sua è una comicità assolutamente trascinante, ottenuta senza volgarità, senza forzature, con meccanismi razionali di alta precisione, pur all'interno di situazioni, di passaggi vagamente surreali. Ma c'è qualcosa di più. Scrive infatti di Feydeau Jean-Louis Barrault : "Dopo le farse di Molière le cose migliori le ha scritte lui: la sua profonda umanità non perde mai di vista la verità, anche nei momenti in cui si lascia andare alla più pazza immaginazione. (...) la risata zampilla rapida e leggera, mai volgare perché l'autore è sempre cosciente e guarda il mondo con lo sguardo innocente del bambino. Le ridicolaggini vengono dalla vita e non dai personaggi che sono per la maggior parte toccanti." "La palla al piede" è una sorta di "commedia degli equivoci" che ruota attorno ad un amante libertino e spiantato che si vuol finalmente sistemare con una "ragazza di buona famiglia", ma non riesce a troncare la relazione con una cantante, che anzi viene scritturata per rallegrare la sua festa di fidanzamento. Intorno a loro, un gruppo di personaggi teatralmente "straordinari"; un generale sudamericano innamorato della soubrette, sua sorella ed il suo ex marito, la madre della promessa sposa, un librettista di canzoni, un ospite "scomodo", e (da locandina) "domestici, uomini e donne, uno sposalizio, due agenti... ".