Compagnia Italiana di Operette 2003 s.r.l.
presenta

IL PAESE DEI CAMPANELLI
di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato
M° Direttore d'Orchestra Francesco Cavaliere

con
MARIA ROSA CONGIA
CARLO VITALE


regia e coreografie
Serge Manguette



In una immaginaria isola olandese esiste il paese dei campanelli. Questo nome è dovuto al fatto che su ogni casa c'è un piccolo campanello. La leggenda dice che se una moglie tradisce il marito, il campanello della casa in questione suonerà e tutti sapranno così quello che è successo, nessuno li ha mai sentiti suonare, ma nè le donne nè gli uomini del paese hanno il coraggio di tentare di dimostrare il contrario. Tutto resta tranquillo fino all'arrivo di una nave militare inglese, costretta all'attracco nel porto dell'isola da un incendio sviluppatosi a bordo. Gli ufficiali della nave scendono a terra e capita l'inevitabile! Hans il comandante fa suonare il campanello con Nela, Tom lo fa suonare con Bon Bon, John con Elena e La Gaffe per un imperdonabile errore con Pomerania, la donna più brutta del paese. Ma la suonata non è finita. Infatti le mogli degli ufficiali arrivano sull'isola (altra gaffe di La Gaffe) e senza colpa rifanno suonare i campanelli con i mariti di Nela, Bon Bon, Elena e Pomerania. La legenda dice che se un giorno (il 21 giugno) ogni cento anni i campanelli resteranno muti non suoneranno mai più. Quel giorno cade proprio durante la sosta degli ufficiali. Tutti sono avvertiti; nessuno vuole trasgredire l'impegno... ma c'è La Gaffe che col nome che si ritrova, suo malgrado riesce a rovinare tutto! Gli ufficiali ripartono con le mogli e sull'isola per altri 100 anni esisterà ancora l'incubo dei campanelli! Ma sarà poi un male?