Teatro Dell'Archivolto
presenta



I BAMBINI SONO DI SINISTRA
da Michele Serra e Giorgio Terruzzi
canzoni di Fabrizio De André

con
CLAUDIO BISIO

e con
QUARTETTO ZELIG
Ilaria Bellia
violino
Ilaria Bruzzone
viola
Mariana Carli
violoncello
Francesca Rapetti
flauto

regia di

Giorgio Gallione


musiche originali Quartetto Zelig
luci Marco Giorcelli


"I bambini seno di sinistra" parte da molto lontano, ma nasce soprattutto dalla voglia di Claudio e mia di cercare una nuova occasione di incontro. Negli ultimi anni ci eravamo già confrontati su due spettacoli molto felici e coinvolgenti: Monsieur Malaussene" di Daniel Pennac e La buona novella di Fabrizio De André. In entrambi i casi complicità e stima ci avevano aiutato a fare, credo, un buon lavoro. Ma Claudio desiderava da tempo ritornare a sperimentare stili e linguaggi che avevano caratterizzato la sua formazione, i suoi primi successi; una sorta di personalissimo one man show a cavallo tra cabaret e teatro/canzone; tra performance, invettiva e impegno civile. Siamo partiti da pochissime suggestioni, molto forti però: gli scritti di Michele Serra, sia quelli di taglio giornalistico (L'Unità e La Repubblica) sia quelli di andamento più letterario (Cerimonie, Poetastro, Canzoni Politiche) che volevamo confrontare e far scontrare con la nostra precedente esperienza su De André. Abbiamo iniziato a girare Intorno a "Storia di un impiegato", un disco di Fabrizio uscito nel 1973. In qualche modo confortati anche da un suggerimento di Dori Ghezzi. Lentamente siamo arrivati a pensare a una sorta di percorso parallelo che un personaggio (giovanissimo nel '68 e un po' più adulto oggi) progressivamente compie nel giorno in cui si trova a faro i conti con la propria vita. Ci incuriosiva sperimentare materiali, canzoni, melologhi, pensieri e cronache anche di fonti e nature differenti (quasi tutte non "teatrali") e metterle alla prova del palcoscenico.
Giorgio Gallione