Angelo Tumminelli
presenta

L'APPARENZA INGANNA
Le placard
di Francis Veber
adattamento teatrale di Edoardo Erba

con
NERI MARCORE'
UGO DIGHERO


e con
Corinna Lo Castro, Andrea Cagliesi
Joseph Scarlata, Iris Cinardi

e con la partecipazione di
Mauro Marino

regia
Nora Venturini

scene Cinzia Lo Fazio
costumi Ilaria Albanese
musiche Lino Patruno


Note di produzione
Nell'apparenza inganna Francoise Pignon (nel film Daniel Auteuil), interpretato da un camaleontico Neri Marcorè, è un semplice impiegato di un'azienda di profilattici, il classico tipo che passa inosservato, poco considerato da tutti, persino dall'ex moglie che lo ritiene un fallito. Quando, fortuitamente, Pignon scopre di essere prossimo al licenziamento, decide di porre fine al suo calvario: si suiciderà. Ma al momento di compiere l'insano gesto viene dissuaso dal vicino di casa Jean Pierre Belone, un ex psicologo aziendale, che gli propone una spregiudicata strategia per evitare il licenziamento; fingersi gay. In quel modo, per paura di eventuali attacchi da parte della stampa, il presidente dell'azienda non oserà più licenziarlo. La strategia ha successo. Nulla cambia nel comportamento timido e schivo di Pignon, tranne il modo in cui gli altri lo guardano: il grigio e anonimo travet si è trasformato in un seducente e misterioso omosessuale! Che come una calamita attrae l'affascinante capufficio, Louiselle Bertrand e il capo del personale Felix Santini (nel film Gerard Dépardieu) interpretato da Ugo Dighero, un'insospettabile macho, che scoprirà comicamente nell'attrazione per Pignon i lati oscuri della sua avversione per i gay. L'esilarante commedia, scritta con un tocco leggero ed ironico, butta all'aria con intelligenza i luoghi comuni sull'omosessualità. Un Francis Veber in forma smagliante macina battute, smaschera con divertita cattiveria l'ipocrisia su cui si fondano i rapporti di potere e fa ritratto vivido e originale della vita quotidiana nel moderno mondo aziendale.
Angelo Tumminelli