Teatro Stabile del Veneto "Carlo Goldoni"
Teatro Stabile di Catania
ThéÔtre Natinal de Marseille "La Criée"
presentano



GEORGE DANDIN
o "Il marito confuso"

di Molière

con
LELLO ARENA
GAIA APREA


regia
Luca De Fusco

scene Antonio Fiorentino
costumi Giuseppe Crisolini Malatesta
musiche Antonio Di Pofi


L'ossessione delle corna Ŕ alla base di buona parte del teatro di Moliere ed intriga coloro che lo mettono in scena dato che il grande scrittore francese ha la genialitÓ di indagare su un suo difetto, di prendere in giro se stesso attraverso i suoi debolissimi e innamoratissimi protagonisti. In George Dandin l'autore si fa pi¨ crudo che mai e non ha veramente pietÓ delle ingenue velleitÓ di Dandin, che ha commesso l'errore di sposare Angelica fanciulla tanto titolata quanto libertina che non ritiene la fedeltÓ un dovere coniugale a cui chi non ha avuto la possibilitÓ di scegliere il proprio marito sia tenuta. Nell'ossessivo meccanismo della farsa a Dandin capiterÓ di tutto: divenire confidente di coloro che cospirano contro di lui, osservare la fedifraga, negare la palese evidenza e addirittura assistere impotente alla propria cornificazione. Ma i meccanismi spietati della farsa non somigliano in fondo a quelli dell'incubo? Tutte le vicende narrate dalla commedia non potrebbero essere frutto di una brutta nottata di Dandin che immagina la dolce moglie che gli sta a fianco nei panni di una terribile virago?