Associazione Teatrale Pistoiese
Teatro del Tempo Presente
presenta



IL SOLE DORME
di Sonia Antinori


regia
Cristina Pezzoli


Cristina Pezzoli nella seconda parte della stagione curerà la regia, con un cast in via di definizione ma che si annuncia importante, del testo di Sonia Antinori, mai rappresentato finora nonostante il Premio Riccione del 1995 vinto con la seguente motivazione: "Per la potenza con cui sa crearci, grazie ad avvolgenti dialoghi densi d'immagini, il senso di uno sradicamento che va al di là dei suoi imprevedibili personaggi, scolpiti nella pietra con una lineare e personalissima capacità di sintesi. In una livida Germania fassbinderiana, crocicchio dei problemi d'identità di questo cinquantennio, non è solo un rapporto assistenziale di vicinato che degenererà in violenza, a far accostare un quartetto famigliare di immigrati lituani e la solitudine della vedova di un defunto gerarca nazista, persa in una smemorata follia; i differenti regimi repressivi da cui gli uni e l'altra sono usciti informano queste vite, visitate dalla malattia e dalla diversità (e con maggiore evidenza la famiglia protagonista, tirannicamente dominata dall'ignoranza di una madre, che vincola i propri congiunti ad una regressione impotente). Armata di un'inventiva ricerca linguistica, la fosca pièce - che non nasconde le parentele con la drammaturgia delle ultime generazioni tedesche - si avvale di un'insinuante penetrazione psicologica e di una precisa configurazione ambientale, senza sottrarre al luogo e ai personaggi le valenze di una più ambiziosa rappresentatività. Accanto all'odio che unisce queste povere esistenze, germina tra le vittime una tenerezza pietosa che conduce alla complicità; ma la liberazione finale dei figli, i due giovani ex-lituani, da un mondo che rifiuta ogni integrazione nel nome di antiche pesanti ipoteche, dovrà passare attraverso l'incesto e il delitto, oltre che per la negazione della famiglia e cercare una possibile sopravvivenza all'esterno, nella durezza delle nuove realtà, a prezzo della dispersione reciproca. Così intenso nel catturare nella sua soffocante atmosfera Il sole dorme, testimonia il talento di una autrice giovane e motivata, consapevole che per avere un futuro il teatro deve prescindere dai sentieri omologati e dalla resa al consenso. "La giuria: Franco Quadri (presidente), Umberto Albini, Alessandro Baricco, Giuseppe Bertolucci, Piera Degli Esposti, Maria Grazia Gregori, Enzo Moscato, Luca Ronconi, Renzo Tian.