Bluais s.r.l.
presenta



UNA SERATA INDIMENTICABILE
Invito a cena con sottosegretario aggiunto

di Paola Tiziana Cruciani

con
GAIA DE LAURENTIS
PAOLA TIZIANA CRUCIANI

e con
Emanuele Barresi

regia
Paola Tiziana Cruciani

scene Franscesco Scandale
costumi Patrizia Pontesilli


La commedia si svolge in un bellissimo attico che affaccia sui tetti di Roma, ascensore che accede direttamente al salone, veranda fiorita e preziosi mobili antichi. E' la casa del direttore della filiale 13 della Cassa Artigiana dell'Alta Pusterlizia . Il direttore è in vacanza e ha chiesto al cassiere Edoardo Cavalli, suo ex-compagno di liceo, di occuparsi delle rare piante esotiche del suo terrazzo. Edoardo, rispettoso al limite del servilismo, accetta immediatamente e decide, in occasione del compleanno di sua moglie Patrizia, di approfittare della situazione giocando, almeno una volta nella vita, a fare il "pezzo grosso". E così, con la complicità di sua moglie e di sua sorella Miriam, organizza una cena nella casa, a insaputa del direttore. Alla cena sono invitati: Franco, l'amante di Miriam, e Carlina, l'amica di Patrizia, la quale si presenta accompagnata da una persona conosciuta quella sera stessa, un vero "pezzo grosso" non meglio identificato, una specie di vice-sottosegretario-aggiunto, un politico insomma, non proprio un uomo della stanza dei bottoni, al massimo un uomo del corridoio della stanza dei bottoni. Il "pezzo grosso" è in bagno, gli invitati lo aspettano per la torta. Da quel bagno, il "pezzo grosso" non tornerà mai più. Il "pezzo grosso" muore nel bagno del direttore della filiale 13 della Cassa Artigiana dell'Alta Pusterlizia… La cenetta si trasforma in un incubo: cosa fare? Chiamare la polizia? Impossibile, bisognerebbe spiegare troppe cose, innanzi tuttto giustificare la loro presenza in quella casa, poi capire e accertare le cause del decesso, potrebbe venire fuori uno scandalo e ognuno di loro ha qualcosa da perdere in questa situazione. L'unica soluzione possibile è liberarsi del cadavere. Ma i personaggi hanno ben altro di cui liberarsi, così, paradossalmente, l'occultamento dell'autorevole salma diventa l'ultimo dei loro problemi. Nel delirio generale, con i nervi a fior di pelle, messi alle strette, ognuno è costretto a rivelare la propria verità, mentre l'autista del "pezzo grosso" aspetta al portone e il direttore, padrone di casa, annuncia il suo rientro anticipato. Intanto, nel bagno, giace l'autorevole salma e, sul terrazzo, le piante esotiche appassiscono a vista d'occhio.