Teatroaperto/Teatro Dehon
Teatro Stabile dell'Emilia-Romagna
presenta



DUELLO

di Anthony Shaffer
Traduzione di Tullio Kezich

con
GUIDO FERRARINI
ALDO SASSI
CARLO RINGLER
ENZO GATTI
RINO POSTO


regia
Giancarlo Zanetti

assistenti alla regia Alessandro Fornari e Marco Manfredi
scene Leonardo Conte
costumi Renata Fiorentini
musiche originali Ottavio Sbragia



A Londra e New York questa commedia (titolo originale: "SLEUTH") stata uno dei massimi successi degli anni '70, vincitrice del Premio Tony e paragonata dal temutissimo critico John Simon a "Un Noel Coward di grande annata". Scritta dal fratello gemello dell'autore di "Amadeus", il copione una conferma del talento di Anthony Shaffer per il genere thrilling da lui praticato anche come sceneggiatore agli ordini di Hitchcock. Da questo testo fu tratto un famosissimo film intitolato "Gli insospettabili", con Laurence Olivier e Michael Caine. Che cosa hanno da dirsi un famoso scrittore inglese di libri gialli e un agente di viaggi di origine italiana? E' accaduto che la moglie di Sir Andrew Wyke si innamorata del bellimbusto Milo Tindle e urge, quindi, una spiegazione. L'incontro-scontro si svolge nella villa del romanziere, piena di passatempi e pupazzi meccanici. Con l'eleganza d'altri tempi Sir Andrew aderisce a una concezione ludica dell'esistenza: "Stare al gioco e fare giochi" il suo motto; ma l'avversario, Milo, un osso duro. Attraverso fasi alterne, nella fitta schermaglia di un dialogo alla Oscar Wilde, il gioco va avanti sempre pi sorprendente e pericoloso... "Duello" una commedia brillante, scritta come un giallo. O un giallo scritto come una commedia brillante. Ma nell'uno e nell'altro caso, sempre con lo spessore del gran teatro.