The Parsons Dance Company
presenta



THE PARSONS DANCE COMPANY

artistic director
DAVID PARSONS

associate artistic director
Jaime Martinez

dancers
Elisabeth Koeppen, Ruth-Ellen Kroll,
Sumayah McRae, George Smallwood,
Ron Todorowski, Mia McSwain,
Henry Jackson, Katarzyna Skarpetowska,
John Carroll, Marty Lawson

executive director
Frank Sonntag

lighting designer
Howell Binkley

music director
John Mackey


Dagli anni Ottanta molte sono le compagnie di danza contemporanea che hanno iniziato a proporre i propri lavori, molte meno sono invece quelle sopravvissute per più di dieci anni. La Parsons Dance Company - fondata nel 1987 - è tra le poche che, oltre ad essersi affermata sulla scena internazionale con successo sempre rinnovato, sia riuscita a lasciare un segno nell'immaginario teatrale collettivo e a creare coreografie divenute veri e propri "cult" della danza mondiale. Quindici anni fa, nel 1987, dopo aver militato per nove anni nella Compagnia di Paul Taylor, David Parsons fonda la Parsons Dance Company, sentendo il bisogno di seguire un suo proprio linguaggio coreografico. Un linguaggio basato sin dagli esordi sulla alta preparazione atletica degli interpreti ed insieme sulla grande capacità del fondatore di dare anima alla tecnica. La creazione di Parsons, prima fra tutte la celeberrima "Caught" del 1982, portano tutte il segno di una straordinaria teatralità. E vogliono prima di tutto intrattenere, divertire. Danza è innanzitutto espressione di gioia. Come ha detto di recente un critico americano: "vedere uno spettacolo della Parsons Dance è come guardare qualcuno che canta sotto la doccia: sono ad un tempo intrepidi, liberi, divertenti." Questa è la caratteristica prima dell'arte di David Parsons: non solo altamente originale, ma anche accessibile. È danza che tiene svegli, che diverte, che lascia nello spettatore una scossa positiva. Dopo una lunga tournée primaverile ed estiva in America ed Europa e dopo aver presentato in Ottobre un nuovissimo pezzo al Joyce Theatre di Manhattan, la compagnia ritorna in Italia con un programma che unisce nuove creazioni con alcune fra le più famose coreografie di David Parson come "Nascimento", una coreografia morbida e vivace dove l'intera compagnia si unisce in un vera esplosione di gioia, "The Envelope", un classico entrato a far parte del repertorio di alcune delle più celebri compagnie di danza del mondo. E naturalmente "Caught", uno straordinario assolo dove il danzatore sembra una statua di ghiaccio sospesa a mezz'aria in un gioco di luci e di sorprendente atleticità. Tra le nuove coreografie, "Kind of Blue", commissionata a David Parsons dal Festival Jazz 2001 in memoria del grande Miles Davis, è la tipica coreografia parsoniana, piena di verve e ironia in un gioco di coppie vivace e raffinato. Gran parte del programma è dedicato ad alcune coreografie del giovane Robert Battle, dal 1994 al 2001 membro effettivo della compagnia, cui per la prima volta in Italia è stata dedicata grande attenzione al Festival di Spoleto del 2000. Le creazioni di Battle rivelano molto del senso teatrale di Parsons, anche se portano in sé una freschezza ed originalità molto personale. "Rush Hour" è un quadro d'insieme ironico e pieno d'immaginazione realizzato su musiche di Mackey; "Takademe" è un assolo frizzante e misterioso su un'originale musica di Sheila Chandra; "Mood Indigo" è una affascinante e raffinata composizione di brevi pezzi in cui tre coppie danzano le schermaglie dell'amore. Le performances della compagnia sono esaltate con fantasia e immaginazione dal light designer Howell Binkley, fondatore della compagnia con David Parsons; i costumi portano la firma di Donna Karan, Santo Loquasto e Missoni. Le musiche sono varie quanto le coreografie e vanno da Rossini al jazz di Wayne Shorter e Miles Davis fino al leggendario musicista brasiliano Milton Nascimento. (Settembre 2001)

La compagnia
Dal 1987, anno della sua fondazione, la Parsons Dance Company si è esibita in tutto il mondo con oltre 10000 spettacoli e un grande numero di mastr-class, seminari e laboratori di danza. È composta da dieci ballerini fissi e, con un repertorio di oltre 50 coreografie originali, gira il mondo per quasi 40 settimane all'anno con lo scopo di "rendere la danza moderna accessibile ad un pubblico sempre più vasto". La compagnia è sempre molto richiesta in tutto il mondo ed ogni anno affronta lunghe tournée negli Stati Uniti. A New York si è esibita al Joyce Theatre, al City Center, al New Victory Theatre, al Central Park Summer Stage, al Guggenheim Museum e al Metropolitan Museum of Art. Tra i numerosissimi festival di cui è stato ospite, si ricordano i Festival di Spoleto in Italia, Stati Uniti e Australia (unica compagnia ad esibirsi ai tre festival di Spoleto durante lo stesso anno) e il Jacob's Pillow dove è stata invitata per sei stagioni consecutive. Si è esibita inoltre in alcuni dei più importanti teatri del mondo come la Fenice a Venezia, la Maison de la Dance a Lione, il Teatro Municipal a Rio de Janeiro e il Kennedy Center for the Performing Arts a Washington D.C.
In patria la compagnia è apparsa in televisione nella serie Behind the Scenes della PBS, su Bravo Cable Network, su A&E Television Network e su New Yersey Channel. Nel 1994 la compagnia, insieme al Billy Taylor Trio si è esibita dal vivo. Dal 1989 la Parsons Dance Company riceve regolarmente fondi pubblici per la sua attività dal "National Endowment for the Arts" e dal "New York State Council on the Arts". The Parsons Dance Company si è esibita a New York durante le celebrazioni per il Millennio in Times Square. Oltre ad essere stata ripresa dalla CBS Sunday Morning e da Discovery Channel, in quell'occasione la compagnia è stata seguita da milioni di persone che affollavano Times Square e da un miliardo di spettatori che l'hanno seguita via satellite. Dal 2000 la sede della Parsons Dance Company è sulla 42a Strada, il cuore creativo di New York City.

David Parsons
Direttore artistico e fondatore della compangia, David Parsons vanta una vivace carriera da ballerino, coreografo, insegnante, direttore e produttore di danza. Il suo lavoro è stato accolto entusiasticamente dal pubblico e critica di tutto il mondo. Nato nell'Illinois e cresciuto a Kansas City, nel Missouri, dal 1978 al 1987 è stato uno dei principali ballerini della compagnia di Paul Taylor che ha creato per lui appositi ruoli in coreografie celebri quali "Arden Court", "Last Look" e "Roses". Durante questi anni è stato artista ospite di grandi compagnie di danza quali il New York City Ballet, il balletto dell'Opera di Berlino, MOMIX e White Oak Dance Project di M. Baryshnikov. Nel 1987 lascia Paul Taylor e fonda, insieme al lighting designer Howell Binkley, la sua propria compagnia. Come direttore artistico, David Parsons ha creato più di 60 coreografie per la sua compagnia, di cui almeno una ventina commissionategli da grandi nomi quali Jacob Pillow Dance Festival, Il Festival di Spoleto, Umbria Jazz Festival, Krannert Center for the Performing Arts, National Arts Centre di Ottawa in Canada, Het Muziektheater e l'American Dance Festival. Oltre a ciò, David parsons ha creato nuovi pezzi per la Paul Taylor Dance Company, l'American Ballet Theater, il New York City Ballet, il Natiol Ballet of Canada ed altri. Lunga è la lista di compagnie di danza che hanno messo in scena sue coreografie: l'Opera di Parigi, Netherlands Danse Theater, English National Ballet, Ballet National de Nancy, Hubbard Street Dance di Chicago, BatSheva Dance Company fo Israel. Molti lavori di David Parsons sono stati trasmessi in televisione nell'ambito di numerosi e vari programmi, valga per tutti l'apparizione sulla televisione americana di Caught, il pezzo più famoso del coreografo, durante il programma Alive from Off Center. Molto attivo anche come insegnante, Parsons ha tenuto lezioni presso importanti sedi quali la Harvard University, il Yale Club e la Columbia University Business School. È inoltre molto impegnato nell'attività di "educazione alla danza", attività basata sugli stessi principi che hanno portato la sua Compagnia al successo e alla popolarità sin dagli esordi. Per ben otto stagioni David Parsons ha diretto un festival di danza a Ft. Myers in Florida dove professionisti della danza da tutti gli Stati Uniti sono arrivati per insegnare a studenti di tutti i livelli. Nel 1999, David Parsons è stato premiato con il National Artist Award dall'Università dell'Arizona di Tucson per il suo eccezionale lavoro con i giovani. David Parsons ha coreografato e diretto le danze per la Festa a Time Square per il Nuovo Millennio. Ha inoltre ricevuto il premio di Dance Magazine per l'anno 2000. Durante il 2001 David Parsons è stato direttore e coreografo di AERS, uno spettacolo con protagonisti alcuni ginnasti della Federazione Rumena di Ginnastica artistica e aerobica. Lo spettacolo è stato in tournée negli Stati Uniti per i primi sei mesi del 2001.