Teatro Eliseo
presenta



LA VEDOVA DI SOCRATE
di Franca Valeri
liberamente ispirato a "La morte di Socrate"
breve racconto postumo di
Friederich Durenmatt


con
FRANCA VALERI


regia
Aldo Terlizzi


Il testo nasce dal racconto esilarante di Santippe, moglie di Socrate, che spiega e distrugge il mito del grande filosofo greco, aiutata da una strepitosa ironia.
Coś Patrini Griffi in conferenza stampa: "… la povera vedova Santippe si sfoga su tutto quello che le hanno fatto passare gli amici del marito, una masnada di buoni a nulla, a cominciare da Platone che non ha fatto altro che rubare le idee di Socrate senza mai riuscire a farne un best seller, fino a quel frociaccio di Alcibiade, eccetera eccetera. E lei, vedova, ridotta là a vendere su una bancarella sotto il tempio le statuette di Fidia e di Prassitele, che il marito aveva rubato per lei quando andava a cena dei ricchi…".