Apas Produzioni s.r.l.
presenta


LE PILLOLE D'ERCOLE
di Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud

con

MAURIZIO MICHELI
BENEDICTA BOCCOLI

e con
Elio Veller
Claudio Angelini
Fiorella Buffa

regia
Maurizio Nichetti

scene Manuel Giliberti
musiche Stefano Marcucci
costumi Marina Luxardo
luci Franco Ferrari


Un marito fedelissimo, di professione medico, rimane vittima dello scherzo di un collega che gli propina una di quelle famose pasticche afrodisiache note come Le pillole d'Ercole. Il risultato è che il nostro eroe diventa un irresistibile dongiovanni e un mandrillo scatenato, pronto a buttarsi su tutte le donne che gli capitano a tiro. I guai iniziano quando il marito americano di una di queste "vittime" esige di rendere al dottore pan per focaccia. C'è una sola cosa da fare: inventarsi una moglie fittizia da mandare fra le braccia dell'americano e spedire la legittima consorte il più lontano possibile. Ma il destino fa sì che tutti si incontrino in un hotel termale (che richiama da vicino il celebre "albergo del libero scambio" di Feydeau), dove anche la donna proverà l'ebbrezza della pillola magica, portando il ritmo scatenato della vicenda ad un crescendo scandito dall'aprirsi e chiudersi delle porte delle camere da letto. Le pillole d'Ercole di Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud è una serie di irresistibili gags, di equivoci, qui pro quo, imbrogli e colpi di scena, un grande meccanismo comico che offre al contempo un'acuta osservazione critica dell'animo umano. Tipico esempio di vaudeville, Le pillole d'Ercole funziona come un meccanismo ad orologeria, dove in ogni istante la vicenda si complica arrivando a ingenerare situazioni così paradossali e complicate che sembra impossibile allo spettatore, tra una risata e l'altra, che tutto ritorni alla normalità, arrivando ad un lieto fine. Il ritmo pressante della storia si accompagna ai tempi comici incessanti degli interpreti, fra cui primeggiano Maurizio Micheli e Benedicta Boccoli, guidati dall'occhio attento del regista Maurizio Nichetti.